Laboratorio di Tecnologia

 

Laboratorio di Tecnologia

Il laboratorio di Tecnologia della scuola secondaria di primo grado è risultato atipico ai bambini della scuola primaria perché basato sul principio del recupero e riciclo dei materiali. Si tratta in realtà di un’aula attrezzata per il disegno tecnico, dove i tavoli da disegno sembrano dei “banchi con righello incorporato” dove i computer non sono preponderanti in quanto si mantiene intatto il principio del saper fare usando le mani, il cuore e il cervello. I bambini sono rimasti stupiti dalle invenzioni di Marco Pistis, “l’Archimede di Serra Perdosa”: la macchina per tagliare la legna che funziona con il motore di un frigorifero, il temperino portatile, il quadro realizzato con chiodi ed elastici colorati. Qui riportiamo alcune delle impressioni dei piccoli visitatori:

Siamo andati nell’aula di tecnologia. Lì non c’erano computer, ma dei tavoli con righello incorporato. Tavoli del genere non ne avevo mai visto. Ci hanno fatto vedere diverse costruzioni fatte completamente da loro.

Siamo andati nel laboratorio di tecnologia e ci hanno divisi in tre gruppi. Il mio gruppo è andato da tre ragazze che stavano posizionando degli elastici attorno a chiodi, piantati su una base di legno, per creare un disegno. Anche noi abbiamo provato a piantare dei chiodi! Il professore invece ci ha fatto vedere come si taglia il legno e infine una ragazza ci ha mostrato come funziona la leva e la lampadina.

Molto simpatico è il professore Pistis di tecnologia. Mi sono piaciute molto le sue invenzioni come la macchina per tagliare la legna che funzionava con il motore di un frigorifero.

Con professor Pistis ci siamo recati in aula di tecnologia: i ragazzi di terza, con il computer, ci hanno fatto vedere come si costruisce un circuito elettrico; quelli di seconda invece il funzionamento di due diverse carrucole e dei procedimenti su come eseguire alcuni oggetti come per esempio il mulino a vento; infine quelli di prima come si costruisce un temperino portatile.

Quando siamo entrati abbiamo conosciuto il professore e (con l’aiuto dei ragazzi) abbiamo fatto una figura con gli elastici. Dopo abbiamo imparato le macchine semplici, poi abbiamo fatto un gioco che riguardava le leve e un altro i conduttori e le batterie. Poi il professore ci ha fatto vedere alcune riproduzioni fatte negli anni precedenti dagli alunni e ce le ha fatte perfino provare.

Alla scuola media c’erano tante persone che conoscevo, e sinceramente, mi sentivo proprio a mio agio. Mi è piaciuto tutto, ma soprattutto mi è piaciuto troppo il laboratorio di tecnologia!