Ristorante francese

Le classi seconde della scuola secondaria di primo grado hanno partecipato all’accoglienza delle classi quinte della scuola primaria preparando un’attività in lingua francese: Une journée au restaurant.

L’attività prevedeva la trasformazione delle classi in un ristorante con l’obiettivo di accogliere e far divertire dei clienti molto speciali: i bambini della scuola elementare, i quali, con l’aiuto dei ragazzi della scuola media, dovevano esprimersi in lingua francese sia durante la prenotazione del tavolo, sia durante l’ordinazione dal menu della classe.

Per descrivere l’atmosfera di quei giorni niente di meglio che le testimonianze degli stessi protagonisti.

Ero veramente emozionata e agitata perché avevo paura che qualcosa potesse andare storto o che per l’emozione potessi dimenticare la parte, ma per fortuna è filato tutto liscio! Sono veramente soddisfatta del lavoro svolto e dell’impegno dimostrato da me e dai miei compagni di classe. Infatti è stato ripagato dalla gioia di essere a contatto con i bambini e di fare un’esperienza che penso, e spero, possa essere utile in futuro (Chiara Peddio, direttrice del ristorante II C).

I bambini erano molto simpatici e mi sono sembrati contenti e soddisfatti non solo del cibo ma anche delle lezioni condotte dai ragazzi della classe. Lo staff è stato fantastico, nonostante qualche imprecisione, e mi ha sorpreso la velocità impiegata nello sparecchiare e riapparecchiare (Michele Castangia, direttore del ristorante II C).

Questa esperienza ha arricchito la nostra conoscenza della lingua francese e ha migliorato la nostra capacità nella condivisione e il lavoro di squadra (Valentina Cordedda e Sara Meloni, direttrici del ristorante II A).

Alla fine dell’accoglienza eravamo tutti emozionati e felici: Lorenzo Sotgia, Marco e Lorenzo Sanna saltavano dalla gioia; Alessio e Gianluca raccontavano barzellette e tutti gli altri, attorno, che ridevano (Vanessa Rosas, responsabile delle prenotazioni, II B).

Il progetto è andato a buon fine non solo grazie ai professori e alla dirigente ma anche grazie al contributo dei genitori (delle classi seconde) che hanno preparato deliziosi dolcetti rendendo l’accoglienza più piacevole (Martina Daga, fotoreporter classi II A e II B).

L’atmosfera della classe era tranquilla, i ragazzi piuttosto emozionati, i bambini delle elementari erano interessati e partecipi (Sabrina Giacu, fotoreporter classe II A)

Ho trovato un ambiente accogliente e ragazzi preparati che, scherzando ed eseguendo i compiti loro assegnati, hanno fatto divertire molto i bambini (Sara Collu, fotoreporter classe II B).

Gli alunni hanno collaborato tutti, stando uniti tra loro e intrattenendo molto bene i bambini delle classi quinte (Daniela Carboni, fotoreporter classe II C).